21 Maggio 2019

Le novità del Decreto “Sblocca Cantieri”

Un approfondimento a cura del Centro Studi LC&P sulle novità introdotte dal Decreto “Sblocca Cantieri” (DL 18 aprile 2019, n. 32) in tema di contratti pubblici.

scarica il focus (PDF)

 

Il D.L. 18 aprile 2019, n. 32, recante “Disposizioni urgenti per il rilancio del settore dei contratti pubblici, per l’accelerazione degli interventi infrastrutturali, di rigenerazione urbana e di ricostruzione a seguito di eventi sismici” è stato pubblicato nella Gazzetta ufficiale della Repubblica Italiana n. 92 del 18 aprile 2019 ed è entrato in vigore il giorno successivo.

Si tratta di un provvedimento molto atteso dagli operatori di settore, perché chiamato a modificare diverse rilevanti norme del Codice dei contratti pubblici di cui al D.Lgs. 18 aprile 2016, n. 50, nell’ottica di apportare semplificazioni e adeguamenti alla disciplina vigente in materia e ciò anche al fine di offrire riscontro ai rilievi mossi avverso la stessa in sede eurounitaria (vds. la nota inviata dalla Commissione Europea al Governo italiano in data 24 gennaio 2019).

In via di diritto transitorio, vale specificare che:

  • ai sensi dell’art. 1, comma 3, del predetto D.L. n. 32/2019, le disposizioni novellate si applicano alle procedure i cui bandi o avvisi siano stati pubblicati successivamente alla data di entrata in vigore del decreto, nonché, in caso di contratti senza pubblicazione di bandi o avvisi, alle procedure in cui, alla medesima data, non siano ancora stati inviati gli inviti a presentare le offerte;

 

  • il comma 5 del medesimo art. 1 precisa, inoltre, che le modifiche apportate all’art.120 c.p.a. – e cioè quelle inerenti al rito processuale applicabile in materia di affidamenti di contratti pubblici innanzi al Giudice Amministrativo – si applicano ai processi “iniziati” dopo la data di entrata in vigore del presente decreto.

 

Nel Focus “Sblocca Cantieri” si darà evidenza, per ciascun articolo del Codice interessato dalle modifiche apportate dal D.L. n. 32/2019, della nuova formulazione della norma (ponendo in risalto, nel testo, le relative modifiche e/o integrazioni) nonché dei contenuti e delle finalità della riforma intervenuta al riguardo.